Ultimo articolo:
~Grim Fandango - prima parte~
by golosino


Ultime notizie:
~Compleanno Papagayo~
by FDG


Controllate gli ultimi eventi!
...e partecipate!


Daunlod!
File ad alto tasso alcoolico

 

A PUB'S LIFE

!-- 2day's article //--

!-- golosino 2005-10-27 //--


Archivio antichi articoli
"Promozioni @ Covo degli Sbronzi"


"Cronache di Paciughia -III"

"Cronache di Paciughia - II"

"Delle imprese d'armi e di boccali"

"Trinca trinca trinca..."


Uh, qui trovate l'archivio con TUTTI gli articoli vecchi, ma proprio TUTTI TUTTI TUTTI!

Grim Fandango - prima parte

Oggi vorrei raccontarvi di un luogo piuttosto particolare, un paesino sperduto in una sperduta valle del Profondo Messico, uno spaurito accrocchio di abitazioni in mezzo ad una piana desertica chiamato Ezcurra.
Ezcurra conta non più di 500 abitanti, ma se volessimo piuttosto usare l’espressione “conta tot anime”, allora il computo potrebbe salire tranquillamente a svariate migliaia. Quantomeno, così è nella notte di Ognissanti…
Dovete infatti sapere che questo curioso borgo vanta una particolarità: ogni anno, al tramontare del sole del primo di novembre, tutti quanti i morti del villaggio tornano in vita, e si uniscono agli abitanti di Ezcurra e ai numerosi turisti curiosi per celebrare una delle feste più scatenate e violente cui si possa partecipare.
Elemento essenziale di questa così come di qualunque altra festa è l’alcool, che nel corso della celebrazione di Ognissanti è venduto a prezzi irrisori, e offerto gratuitamente ai festaioli redivivi. Perché vi posso assicurare che dopo un anno intero passato sottoterra, la sete di questi allegri non-morti è micidiale, e gli zombi sono assaliti da una foga di far bagordi in grado di mettere a soqquadro qualsiasi rispettabile cittadina.
Capita così di vedere cadaveri ingurgitare distillati che poi si riversano fuori attraverso le costole, figli brindare con padri morti anni addietro, ardite scheletresse lanciarsi in un fandango macabro e sensuale con qualche turista confuso. Il tasso etilico sale, e con questo aumentano le risse, nelle quali i defunti, che pure vincono qualunque gara di resistenza alcoolica, hanno quasi sempre la peggio (con grande volare di teste e arti e ossa).
In fatto di preferenze, una particolarità contraddistingue i morti: adorano la tequila. Se anche non la amavano in vita, ora la bramano, e se già ne andavano pazzi, beh, sarebbero letteralmente disposti ad uccidere per un sorso di cactus distillato.
Alcuni anni orsono, mi trovavo ad Ezcurra nel giorno di Ognissanti, e mentre osservavo i preparativi per la festa sorseggiando un fastidioso bicchiere di Mezcal, aspettavo con apprensione l’amico che avrebbe dovuto raggiungermi, il serbo Stojilkovic.
Sarebbe dovuto arrivare già al mattino, ma ora che il sole cominciava a collassare dietro le montagne, ancora non si era fatto vivo.
I miei timori si rivelarono fondati quando, al terzo bicchiere di Mezcal, da lontano vidi arrivare il suo cavallo senza che vi fosse in sella lo slavo gaudente. Avvicinatomi, mi accorsi che l’animale si trascinava dietro qualcosa di pesante; mi fu presto chiaro che si trattava dello stesso Stojilkovic, privo di sensi, che era rimasto incastrato per una briglia.
Con l’aiuto di alcuni premurosi camerieri, slegammo il mio amico e ci accorgemmo subito con raccapriccio che un foro di proiettile poco al di sotto del cuore lo stava facendo sanguinare come una scrofa mestruata.
In fretta e furia lo portammo nella stanza di una locanda lì affianco, e dopo solo pochi minuti accorse trafelato un medico dai folti baffoni, visibilmente sudato e puzzolente di tequila. Prestatogli un primo soccorso, studiò con cura la situazione e, con aria grave, emise il temuto verdetto.


Continua nella seconda parte.
Golosino è MIO. Giù le mani, Mela!
Firmato: Cementino

Cementino & Golosino (c) 2004/2006 -Enrico Clementel & Marco Agustoni - Articles by Carlo Mario Centemeri

Per gli insulti misti:
golosino (segninobuffo) covodeglisbronzi (puntino) it
cementino (segninobuffo) covodeglisbronzi (puntino) it
cente (segninobuffo) covodeglisbronzi (puntino) it