Ultimo articolo:
~Conti ubriachi...~
by cente


Ultime notizie:
~Compleanno Papagayo~
by FDG


Controllate gli ultimi eventi!
...e partecipate!


Daunlod!
File ad alto tasso alcoolico

 

A PUB'S LIFE

!-- 2day's article //--

!-- cente 2005-03-05 //--


Archivio antichi articoli
"Promozioni @ Covo degli Sbronzi"


"Cronache di Paciughia -III"

"Cronache di Paciughia - II"

"Delle imprese d'armi e di boccali"

"Trinca trinca trinca..."


Uh, qui trovate l'archivio con TUTTI gli articoli vecchi, ma proprio TUTTI TUTTI TUTTI!

Conti ubriachi...

Ciao, popolo.

Dopo varie settimane passate ad affrontare argomenti seri, questa settimana parleremo di come fare un bieco utilizzo della condizione di sbronzi. Ovverosia, parleremo della sbronza finta.
Cos'e' la sbronza finta? E' il simulare di essere in avanzato stato di ebbrezza per potersi lasciare autorizzare a fare qualsiasi cosa.
Va da se' che il simulare di essere ubriachi non e' una missione banale, poiche' e' difficile ricordarsi di come ci si comporta quando si e' molto, molto ubriachi, e si rischia quindi di cadere in movimenti falsi e affettati, il che porta all'essere sgamati in tempo minimo.

La descrizione di una sbronza finta ci viene prontamente recapitata in una scena del Barbiere di Siviglia, melodramma in due atti con libretto di Cesare sterbini, genialmente musicato da quel fenomeno di nome Gioacchino Rossini.

Raccontiamo la storia, fino al punto incriminato.

Il conte di Almaviva e' giunto a Siviglia in cerca di una bellissima fanciulla, di nome Rosina, che abita proprio a Siviglia. All'inizio dell'opera, il conte sta procedendo da manuale e ha assoldato dei musicisti per cantarle una serenata, come di prammatica. La serenata avviene, ma la fanciulla non si mostra al balcone. Almaviva e il servo, Fiorello, stanno ormai per andarsene quando passa di li' Figaro, cittadino di Siviglia, di professione barbiere, di fatto factotum. Questo e' un caso estremamente fortunato, perche' Figaro, taaaaaanto tempo prima, era servitore di Almaviva, e adesso svolge incarichi di fiducia nella casa dove abita Rosina. Al che Almaviva, tutto contento, chiede a Figaro di intervenire presso il padre della ragazza, definito "vecchio medico barbogio" che di nome fa dottor Bartolo. Colpo di scena, il vecchio non e' padre ma tutore della ragazza e, visto che lei e' orfana e piena di soldi, e' fermamente intenzionato a sposarla per fregarsi la dote. Urge intervenire, perche' nel frattempo Rosina ha fatto avere ad Almaviva un biglietto in cui si dichiarava molto colpita dalla serenata di quella notte (e ovviamente, come tutte le donne, non poteva dirlo subito?...). Ma i contatti sono complicati, il dottor Bartolo tiene la pulzella segregata. Al che Figaro ha un'idea: quel giorno e' arrivato un reggimento e ospitare i soldati e' compito degli abitanti della citta'; Almaviva potrebbe fingersi un soldato.
Ottima idea.
Ma Figaro continua:
"Ubbriaco si, ubbriaco, mio signor si fingera'".
Almaviva giustamente domanda
"Ubbriaco? Ma perche'?".
e il saggio Figaro
"Perche' d'un ch'e' poco in se', che dal vino casca gia', il tutor, credete a me, il tutor si fidera'".
Presto fatto, quindi. vestito da soldato e con movenze barcollanti, Almaviva si presenta a casa di don Bartolo cantanto a squarciagola
"Ehi, di casa! buona gente! Ehi di casa!, EEEEEHIIIIII!!!!!!! Niun mi sente ! Ehi di casa! Maledetti ! EHIIIIIIII!!!!!!",
Bartolo lo vede e si chiede
"Chi e' costui? che brutta faccia... e' ubbriaco! chi sara'?... Cosa vuol, signor Soldato?",
il conte cerca nelle tasche e estrae un foglio e chiede
"ah si, bene, obbligato... siete voi... aspetta... siete voi.. Dottor Balordo?"
"come, Balordo?"
"ah si.. dunque... dottor Bertoldo?"
"Ma quale Bertoldo, sono il dottor Bartolo!"
"ah si, bravissimo... dottor Barbaro! benissimo, c'e' poca differenza..."
...ma la scena non finisce qui, perche' il conte cerca di essere cordiale e chiede
"Dunque voi siete dottore?"
"oh si, son dottore"
"ah benissimo, un abbraccio, venite qui collega!".

Bartolo lo respinge, sempre piu' trasecolato:
"Come, collega?"
e il conte/soldato risponde
"certo, anch'io sono dottore, faccio da maniscalco al reggimento... ah, e per la cronaca il qui presente biglietto dice che devo farmi ospitare in casa vostra".

Al che la cosa sembra fatta, ma Bartolo possiede un documento che lo esenta da ospitare soldati... quindi il travestimento, la finta sbronza... e' stato tutto inutile!

Riuscira' il conte a sposare la bella Rosina? Non avete che da sentirvi il resto dell'opera per scoprirlo... e farvi quattro sane ghignate!

Ciaociao

Cente

Questo mito tarantellato per una pragmatica di visione di 768x1024 del sonar visivo.

Cementino & Golosino (c) 2004/2006 -Enrico Clementel & Marco Agustoni - Articles by Carlo Mario Centemeri

Per gli insulti misti:
golosino (segninobuffo) covodeglisbronzi (puntino) it
cementino (segninobuffo) covodeglisbronzi (puntino) it
cente (segninobuffo) covodeglisbronzi (puntino) it