Ultimo articolo:
~Il fungo nemico degli sbronzi~
by cente


Ultime notizie:
~Compleanno Papagayo~
by FDG


Controllate gli ultimi eventi!
...e partecipate!


Daunlod!
File ad alto tasso alcoolico

 

A PUB'S LIFE

!-- 2day's article //--

!-- cente 2007-09-15 //--


Archivio antichi articoli
"Promozioni @ Covo degli Sbronzi"


"Cronache di Paciughia -III"

"Cronache di Paciughia - II"

"Delle imprese d'armi e di boccali"

"Trinca trinca trinca..."


Uh, qui trovate l'archivio con TUTTI gli articoli vecchi, ma proprio TUTTI TUTTI TUTTI!

Il fungo nemico degli sbronzi

Cari sbronzi,
oggi parliamo di funghi.
Non parleremo di funghi magici, o di funghi dei piedi, oppure di funghi atomici, ma piuttosto di quelle simpatiche piantine che si colgono tipicamente nei boschi o sui prati.

Il fungo di cui parliamo è il coprinus atramentarius, noto in italia con il nome volgare di Coprino atramentario, o meglio ancora come Fungo dell'inchiostro, quest'ultimo soprannome dovuto al fatto che le spore sono accompagnate da una polvere nera che sporca le mani di chi lo raccoglie.
E' un fungo piuttosto comune visto che ha anche un habitat versatile (prati, terreni coltivati, cespugli, giardini, boschi, rive dei fiumi). Il fungo non è velenoso (anche se è meglio mangiarne esemplari giovani, poichè la sua carne col tempo diventa sottile e poco consistente) e viene comunemente classificato tra i funghi commestibili. Peccato però che sopravvenga uno spiacevole effetto collaterale: infatti, questo fungo diventa velenoso se consumato in presenza di alcoolici, o più subdolamente, trasforma l'alcool in un veleno per l'uomo.
Vediamo di capirci qualcosa di più.
L'alcool nel corpo umano viene ossidato in acido acetico e quindi assimilato. Questo bastardo di un fungaccio malefico blocca l'ossidazione dell'alcool in uno stato intermedio: l'alcool, divenuto acetaldeide, si concentra nel sangue e fa scattare alcuni sintomi tipici dell'avvelenamento, come arrossamento della pelle del viso, accelerazione dell'attività coronarica e respiratoria, tachicardia, eccetera: va da sè che qualora si abbia già una naturale predisposizione a questo tipo di fenomeni, oppure una particolare sensibilità ai medesimi, l'effetto sull'organismo può essere quantomai dirompente.

Vista la rapidità di effetto della reazione di cui si è appena parlato, è difficile intervenire in tempo con un antidoto: si tenga però conto che nella maggior parte dei casi i sintomi scompaiono naturalmente dopo alcune ore.

E' quindi possibile consumare questo fungo in molti modi e cucinarlo secondo svariate ricette, ma è necessario stare attenti a non bere alcool prima, durante e dopo il pasto per evitare di incorrere negli spiacevoli effetti collaterali di cui si è parlato poco fa. Ovviamente un fungo del genere non viene venduto nei negozi, nè si trova nelle ricette cucinate nei ristoranti, però è un monito a stare attenti se siete cercatori dilettanti e sbronzi professionisti.

Qualcuno sostiene che tutto ciò sia una congiura da parte dei puffi, che non bevendo alcool (penso che la grappa di pufbacche sia abbastanza pessima) odiano profondamente chi lo beve e soprattutto detestano chi mangia i loro alloggi. Ma si tratta di fonti non confermate.

Cheers!

Zio Cente

Avviso: se non spedisci subito il link di Cementino e Golosino a dieci amici, sarai rapito dagli alieni. Se invece lo spedirai a più di dieci amici, avrai donne, soldi e birra in abbondanza per il resto della tua vita.

Cementino & Golosino (c) 2004/2006 -Enrico Clementel & Marco Agustoni - Articles by Carlo Mario Centemeri

Per gli insulti misti:
golosino (segninobuffo) covodeglisbronzi (puntino) it
cementino (segninobuffo) covodeglisbronzi (puntino) it
cente (segninobuffo) covodeglisbronzi (puntino) it